Il coronavirus in India e in Burkina Faso

In questo difficile momento pensiamo alle due nazioni che abbiamo visitato negli ultimi mesi e abbiamo chiesto ai nostri medici di riferimento di raccontarci come stanno vivendo l’attuale emergenza sanitaria.

Il Dr. Eustache Kalmogho, capo chirurgo dell’ospedale Paolo VI a Ouagadougou (Burkina Faso) ci racconta: “Attualmente cerchiamo di ridurre il numero di interventi chirurgici e riserviamo le sale operatorie solo ai casi urgenti. Abbiamo sei casi di contagio tra medici e infermieri, mentre i pazienti vengono curati all’Ospedale Blaise Compaoré. Per ora la situazione è sotto controllo e si sta pensando all’utilizzo di alcuni farmaci abitualmente indicati per altre malattie.” Le raccomandazioni sulle precauzioni da parte del governo locale sono simili a quelle europee.

Anche il CRHP di Jamkhed (India) è in prima linea contro il Covid-19. Nonostante l’ospedale non abbia le attrezzature per trattare i malati affetti da Coronavirus, l’amore e lo spirito altruista verso la propria comunità ferita ha prevalso. Il management e tutto lo staff hanno messo a disposizione la struttura per accogliere i malati della regione che stanno arrivando con dei bus dai vari villaggi.

Noi del GICAM siamo fieri degli sforzi dei nostri colleghi e li sosteniamo con tutto il nostro affetto e vicinanza nella preghiera.